TERRACINA – 15 NOV – Ha cercato di entrare in casa dell’ex moglie per aggredirla come già fatto in passato ma questa volta è stato arrestato in flagranza dagli agenti del commissariato di Terracina.

Si tratta di un 48enne di origini indiane, è accusato di maltrattamenti in famiglia. L’uomo si era lasciato con la moglie da circa tre mesi, dopo che la donna si era rivolta alla polizia stanca delle continue violenze anche davanti alla bambina di 7 anni.

Dopo la denuncia, l’uomo aveva deciso di allontanarsi spontaneamente da casa.   Sembrava essere finito l’incubo ed invece dopo una breve pausa, lo straniero aveva cominciato a presentarsi ad ogni ora del giorno e della notte minacciando di dare fuoco all’abitazione se non gli fosse stato aperto.

I suoi raid, finalizzati a generare terrore, erano fulminei, tanto che le Volanti del Commissariato non riuscivano a coglierlo in flagranza di reato né a rintracciarlo tutte le volte che la donna disperata chiedeva l’intervento delle forze dell’ordine. La situazione stava degenerando a tal punto che gli agenti hanno predisposto un servizio in borghese. L’uomo abitudinario, andava a casa della ex di buon ora, di solit alle 7 del mattino. E proprio grazie al tempestivo di due equipaggi del Commissariato è stato colto in flagranza e  definitivamente bloccato.

La donna e la bambina in stato di shock sono state soccorse e rassicurate.

In questi anni la donna, era finita più volte in ospedale perchè aggredita con calci e pugni. in una occasione lo straniero le provocò una profonda ferita alla gamba perchè l’aveva colpita con un piatto. Ora è finita, l’uomo verrà giudicato con rito ordinario presso il Tribunale di Latina, restando a disposizione ristretto presso la Casa Circondariale del capoluogo per l’udienza di convalida.