VELLETRI – 27 MAG – Secondo la guardia di finanza che lo ha arrestato l’uomo, un noto imprenditore napoletano, viveva, fino a qualche lustro fa, negli agi e negli sfarzi fino a quando però, avverse circostanze economiche, lo hanno costretto a stringere la cinghia e al contempo, a maturare debiti milionari nei confronti del fisco.

Nonostante questo l’uomo, 60enne specializzato nel settore degli arredi, ha continuato ad accendere mutui e finanziamenti attraverso false dichiarazioni e millanterie, truffando diversi istituti di credito per acquisire finanziamenti e procedere all’acquisto di autovetture di grossa cilindrata, puntualmente rivendute a terzi compiacenti al solo scopo di evitarne pignoramenti e sequestri. Ed è stata proprio un’auto di lusso a tradirlo. Il 60enne infatti è stato fermato mentre per Velletri si aggirava alla guida di una Lamborghini “Gallardo”. I militari hanno avviato gli accertamenti per verificare la posizione dell’uomo ed hanno scoperto una serie di incongruenze fiscali che avevano fatto maturare un debito nei confronti dello stato pari a 25 milioni di euro. Così l’operazione dream car, auto da sogno come è stata chiamata dalle fiamme gialle veliterne, è entrata nel vivo, concludendosi con l’arresto ai domiciliari del 60enne che deve ora rispondere di truffa e frode fiscale. Per il momento l’importo che deve all’erario – secondo gli accertamenti dei finanzieri – gli è stato sequestrato, insieme a tre delle vetture di gran lusso che gli erano rimaste nel suo personale parco auto.