LIVORNO – 20 APR – Un rigore a dir poco dubbio trasformato da Vantaggiato al 41’ del primo tempo ha deciso il match di ieri sera tra Livorno e Latina. I nerazzurri sono usciti sconfitti anche dall’Armando Picchi, finendo ora in piena zona playout. Al di là dell’1-0 per i toscani è stata la prestazione della squadra a deludere: Olivera e soci sono parsi stanchi e privi di idee, le assenze di Schiattarella, Mariga e Acosty hanno pesato in maniera determinante.

La Cronaca
Dopo un tentativo di Dumitru neutralizzato dalla difesa amaranto, i padroni di casa costruiscono la prima palla gol al 22’ con un fendente di Luci parato da Ujkani. Un minuto dopo una triangolazione sulla trequarti culmina con una botta di Schiavone deviata in tuffo dall’estremo pontino. Al 29’ennesimo brivido su un corner di Lambrughi raccolto da Vergara in area, con la palla spedita sulla traversa. Al 41’ il risultato si sblocca, in seguito ad un lieve contatto in area pontina tra Olivera e Aramu: Pairetto assegna il penalty che Vantaggiato trasforma con freddezza. Nella ripresa ci si attende la reazione del Latina ma i ritmi restano blandi e il gioco nerazzurro è prevedibile. La luce si accende solo al 10’, su iniziativa di Bandinelli: l’esterno della Fiorentina salta tre uomini, si presenta davanti alla porta ma spara incredibilmente addosso a Pinsoglio. Al 22’ è il grande escluso Ammari, appena entrato, a sfiorare il montante con un tiro dal limite. Due minuti dopo, però, Antonini sfiora il raddoppio sotto porta, fermato da un provvidenziale takle di Esposito. Nel finale i labronici costruiscono altri pericoli approfittando di un Latina sbilanciato. Pinsoglio dorme invece sonni tranquilli, favorito da un undici pontino quasi rassegnato e atleticamente in ginocchio.