ALATRI – 12 FEB – Un’indagine lampo che ha permesso di individuare chi domenica mattina ha lanciato un petardo dentro lo stadio Chiappitto di Alatri nel corso del derby di calcio del campionato di Promozione tra la squadra di casa e il Ferentino. Il presunto responsabile ha un volto: è stato individuato dai carabinieri della stazione di Alatri, coordinati dal tenente Vittorio De Lisa, che sta comandando la compagnia. Si tratta di un 38enne del posto, individuato grazie alle testimonianze di chi quella mattina era allo stadio: per i militari è stato lui a lanciare quel petardo.

L’episodio era accaduto al 12esimo della ripresa sul risultato di 0-1 per gli ospiti. Era esploso tra la zona dove c’erano i tifosi locali e la panchina degli ospiti. Li nei pressi c’era un dirigente del Ferentino, il team manager, rimasto stordito in seguito alla deflagrazione.

L’uomo, Marcello Zera 59 anni, era stato subito soccorso dai medici del 118 e trasportato per tutti gli accertamenti del caso all’ospedale San Benedetto, dove è stato giudicato guaribile in 7 giorni. La gara era stata poi sospesa. Le indagini dei carabinieri della Compagnia di Alatri erano partite subito per tentare di individuare i responsabili di quanto accaduto. Indagini che hanno avuto la svolta nelle scorse ore. Il 38enne è stato denunciato per “lancio di oggetti pericolosi durante una manifestazione sportiva” e “lesioni personali”, e verrà adesso proposto anche per il provvedimento di D.A.S.P.O.