Non si è fermato all’alt dei carabinieri ed aveva le sue ragioni: inseguito e bloccato, si è scoperto che da nove anni non rinnovava l’assicurazione dell’auto, né la faceva revisionare. È accaduto ad Atina, sulla superstrada, dove i carabinieri della compagnia di Cassino, nel pomeriggio di San Valentino, stavano attuando un servizio straordinario di controllo del territorio. Alla guida dell’auto c’era un 50enne del posto al quale è stata elevata una multa di quasi 900 euro.

Stesso importo anche per un 55enne di un comune limitrofo, fermato allo stesso posto di blocco: anche lui era senza assicurazione.

Il servizio, attivo su tutto il territorio di competenza della compagnia, grazie all’impiego di sette pattuglie, è stato coordinato dal capitano Ivan Mastromanno e rientra nel piano di sicurezza programmato dal comando provinciale. Obiettivo contrastare ogni tipo di reato, dalla guida sotto l’effetto di droga o alcool, a quelli legati allo spaccio di droga, oltre che per prevenire furti e rapine.

E proprio in questa ottica, a San Vittore, i carabinieri di Ceprano, hanno denunciato tre napoletani, di 20, 23 e 29 anni, per “Possesso ingiustificato di chiavi alterate o di grimaldelli”.  Nella loro auto avevano una mazzuola da carpentiere, due cacciavite, una mini torcia e un punteruolo in ferro oltre ad uno scalda collo di colore nero, il tutto sottoposto a  sequestro. Per loro sono scattati i fogli di via. Stesso provvedimento anche per quattro rimeni controllati nella zona di Atina mentre si aggiravano senza motivo nei pressi di case isolate.