Controlli serrati nella notte da parte dei Carabinieri della stazione di Atina in collaborazione con i militari della sezione radiomobile della compagnia di Cassino, guidati dal capitano Ivan Mastromanno. Questa volta gli accertamenti hanno riguardato gli esercizi pubblici, in particolar modo locali, pub e ristoranti della città martire, frequentati solitamente dai giovani.

Durante il giro di perlustrazione, i carabinieri hanno eseguito un controllo in un locale della periferia di Cassino dove erano presenti diversi ragazzi. Questi ultimi, alla vista dei militari, avrebbero cercato di allontanarsi, con il tentativo di evitare le perquisizioni. Ma il loro fare sospetto ha fatto sì che tutto ciò saltasse all’occhio dei militari che prontamente hanno fermato i ragazzi. Uno di loro, un trentenne residente a San Giorgio a Liri e già segnalato in passato come assuntore di sostanze stupefacenti, è stato trovato con poco più di 60 grammi di hashish e 130 euro in contanti.

Quei soldi, per i carabinieri, rappresentavano il profitto dello spaccio durante la serata. La droga ed un bilancino elettronico di precisione sono stati sequestrati. L’uomo è stato arrestato nella flagranza di reato di detenzione di sostanze stupefacenti con il fine di spaccio. Il magistrato per lui ha disposto gli arresti domiciliari in attesa dell’udienza di convalida.