FONDI – 08 FEB – Un’estorsione a luci rosse in piena regola. L’hanno smascherata i Carabinieri della Tenenza di Fondi, la cui breve ma efficace attività d’indagine è bastata per mettere nei guai e denunciare due donne di etnia rom, di 23 e 17 anni, di nazionalità rumene domiciliate presso un campo nomandi di Roma. I militari del tenente Emilio Mauriello hanno segnalato le due donne con le gravi ipotesi di reato di violenza sessuale, rapina impropria ed estorsione relativamente ad un grave episodio di cui è stato vittima nella mattina di  venerdì un pensionato di 70 anni.

L’uomo era stato costretto a subire i palpeggiamenti delle due ragazze rumene con il solo scopo di estorcergli una somma di 160 euro. Ma i Carabinieri sono andati oltre nelle loro indagini: le due donne avevano minacciato il pensionato di Fondi di denunciarlo per violenza sessuale qualora avesse deciso di raccontare alle forze di polizia l’episodio di cui era stato vittima . Non è la prima volta che si verifichino simili episodi sul territorio del Basso Lazio. Degli ultimi, di cui sono stati teatro luoghi molto frequentati di Formia e Cassino, le protagoniste erano sempre state giovani donne di etnia rom e le loro vittime anziani poco più settantenni