LATINA – 16 SET – Anche un agente ed un ispettore della
polizia penitenziaria tra i 34 oggetto di misure cautelari, questa mattina,
nell’operazione condotta dal Comando Provinciale Carabinieri di Latina
in collaborazione con la Polizia Penitenziaria della locale Casa
Circondariale.

I provvedimenti sono stati emessi dal gip presso il Tribunale di
Latina, nei confronti di soggetti responsabili a vario titolo di
spaccio e detenzione illecita di sostanze stupefacenti, corruzione,
falso ideologico ed altro.

 

Nel carcere di Latina, dove questa mattina all’alba è scattato il blitz dei
carabinieri del comando provinciale, arrivavano anche droga e cibi
prelibati come astici. Gli investigatori hanno smantellato due
organizzazioni criminali, una esterna al penitenziario che si dedicava
allo spaccio nell’hinterland del capoluogo e una interna al carcere.

L’attività di indagine, partita nel 2017, si è articolata in due
filoni connessi tra loro. Da un lato i carabinieri si sono concentrati
su quanto avveniva all’interno del carcere, in collaborazione con la
polizia penitenziaria che aveva riscontrato alcune irregolarità, e
dall’altro sull’organizzazione che si dedicava allo spaccio nel
circondario e che dall’esterno riusciva a far entrare nel
penitenziario tra l’altro stupefacenti e cibi prelibati.

In particolare i carabinieri hanno eseguito 34 ordinanze di custodia
cautelare di cui 30 in carcere e quattro ai domiciliari. In manette
sono finiti anche due agenti della polizia penitenziaria. Molte delle
persone coinvolte era uscite dal penitenziario, due di loro erano
invece ancora in carcere.