PIEDIMONTE  SAN GERMANO – 10 AGO – Seminano il panico in un locale, poi in ospedale, si scagliano anche contro i carabinieri: la notte di follia si è conclusa con l’arresto di due stranieri. Si tratta di 32enne di cittadinanza Ucraina ma residente a Villa Santa Lucia, già conosciuto dalle forze dell’ordine e di un 44enne di cittadinanza Moldava ma residente a Cassino, incensurato. Sono accusati di resistenza, lesioni e minaccia a Pubblico Ufficiale nonché danneggiamento aggravato in concorso.

Una serata apparentemente tranquilla, secondo la ricostruzione, i due hanno cenato in un locale di Piedimonte San Germano ma hanno chiesto qualche bicchiere di troppo ed il titolare si è rifiutato di portare altro alcol visto il loro già alto stato di alterazione. Il 32enne ed il 44enne al rifiuto non hanno reagito bene: hanno molestato i camerieri e gettato a terra piatti e bicchieri. Hanno poi minacciato il proprietario che cercava di spiegargli che erano troppo ubriachi per consumare altri liquori. Non soddisfatti sono usciti dal locale ed hanno tirato calci e pugni all’auto del titolare ed a quella di un cliente. Sul posto sono arrivati i carabinieri che hanno nell’immediato riportato la calma e riusciti a bloccare solo il 44enne che aveva riportato delle lesioni e dunque accompagnato in ospedale. Qui, il moldavo ha dato in escandescenza, ha minacciato medici ed infermieri e spintonato più volte i militari che cercavano di calmarlo. Ha ferito uno di loro. L’uomo è stato definitivamente arrestato. Stessa sorte per il 32enne che era riuscito momentaneamente a dileguarsi. Rintracciato a Cassino, alla vista dei carabinieri ha cercato di opporsi, minacciandoli e spintonandoli violentemente. Anche per il 32enne sono scattate le manette.