ALATRI – 16 GIU – E’ morto con un colpo di pistola alla tempia destra Piero Fiorini, 59enne imprenditore di Alatri, che ha scelto di farla finita sabato notte tra le mura di casa a Tecchiena nella periferia della città dei ciclopi dove viveva solo, dopo la separazione dalla moglie.

E’ spettato ai carabinieri ricostruire la vicenda e  ricomporre come un puzzle la vita dell’imprenditore, per dare una spiegazione all’estremo gesto. Dalle indagini partite già sabato notte sono emersi contorni   bui nella vita dell’imprenditore. Problemi di denaro, ritengono gli inquirenti, causati da una passione morbosa per le slot machine. Una crisi depressiva dunque, secondo i carabinieri, alla base dell’estremo gesto dopo aver perso l’ennesima grossa somma di denaro al gioco. I carabinieri escludono così che qualcun altro abbia avuto un ruolo nella morte del 59enne.  L’arma usata per suicidarsi era regolarmente detenuta ed ora è stata  sequestrata e custodita presso il Comando dei carabinieri di Alatri.  La salma di Piero Fiorini è stata invece trasferita nell’obitorio dell’ospedale di Frosinone a disposizione dell’autorità giudiziaria.