CISTERNA – 18 GIU – La  Squadra Volante del Commissariato di Cisterna  ha posto fine ad anni di violenze e maltrattamenti subiti da una donna, 39enne, madre di 3 figli, avuti da quello che si è rivelato negli anni, essere il suo aguzzino, il compagno un 49enne pluripregiudicato di Cisterna. L’uomo è stato arrestato dalla polizia, mentre andava in escandescenze contro la moglie.

Tutto è nato quando la donna ha comunicato all’uomo che, dopo anni di incomprensioni,  voleva trasferirsi in un’altra abitazione per lasciarlo. Il compagno, sotto effetto di droga come accertato dagli agenti, ha cominciato a devastare casa, in  via Bezzecca a Cisterna , cercando di impedire alla compagna di uscire o di telefonare per chiedere aiuto . La donna allora si è calata dalla finestra di casa, aiutata da una vicina. Ma l’uomo se ne è accorto ed ha iniziato a strattonarla. E’ stata la dirimpettaia allora a chiedere l’intervento della polizia che, giunta sul posto, ha messo in sicurezza la donna e i 3 bambini,   nascosti nel cortile di casa per la paura. Non senza difficoltà gli agenti sono riusciti ad ammanettare il 49enne. Deve rispondere di violenza e maltrattamenti.

Non era quello il primo episodio di violenze subite. In sei mesi diverse erano state le richieste di intervento in quella casa di via Bezzecca ma la donna non aveva mai trovato il coraggio di denunciare.

Compresa la gravità della situazione, dopo quest’ultimo episodio la 39enne ha deciso di   collaborare.

Di fronte ad un quadro domestico caratterizzato   da una devastazione materiale e morale – ritengono gli inquirenti – è stato  informato il Tribunale dei Minorenni a tutela dei figli della coppia. Ora interverrà un centro specializzato nel supporto e protezione di donne maltrattate  di Latina dove la 39enne, dopo le visite specialistiche in ospedale, è stata accompagnata insieme ai suoi tre bambini.