LATINA – 01 MAG – Botte tra sorelle all’uscita del tribunale di Latina: una situazione che degenera in una rissa. Quattro in tutto le persone che sono state denunciate dai carabinieri della compagnia del capoluogo dopo quello che è accaduto a ridosso del palazzo di giustizia.

Motivi di eredità: questa la miccia che ha fatto accendere la discussione secondo i carabinieri. Sono intervenuti sia quelli addetti al servizio di assistenza alle aule dibattimentali, sia i colleghi della locale stazione: la violenta lite, ricostruiscono gli inquirenti, è nata a ridosso  dell’uscita dal Tribunale.

Oltre alle due donne, di 41 e 49 anni, entrambe del capoluogo, nel litigio sfociato in rissa sono stati coinvolti anche altri parenti: erano stati in tribunale per una vicenda legata all’eredità di un terreno, ma al termine, intorno alle 11.30, la situazione è degenerata. È stato necessario anche l’intervento di alcune ambulanze.

I carabinieri, a scopo cautelativo hanno ritirato delle armi e delle munizioni regolarmente detenute. In particolare tre carabine, due revolver, una pistola Norinco, e 216 cartucce di  vario calibro.