Calcio – Frosinone, l’anno nuovo porta solo un pari. Con il Pordenone e’ 2-2

L’anno nuovo si apre non come sperato. Il Frosinone riparte con un pareggio che lascia tanti dubbi sulla reale forza di questa squadra che non riesce ad accorciare in classifica su un Pordenone che non è più una sorpresa. Allo Stirpe termina 2-2 con il pubblico che lascia lo stadio sconsolato.

Nel Frosinone c’è subito il neo acquisto Andrea Tabanelli a centrocampo. Per il resto Nesta si affida alla formazione tipo.

I ciociari la sbloccano subito con una punizione fantastica di Federico Dionisi. Di Gregorio non può davvero nulla. Dopo meno di due minuti le cose sembrano mettersi subito bene.

La risposta degli ospiti è affidata ad una botta al volo di Pobega. La sfera non scende abbastanza, per fortuna di Bardi.

La gara e’ combattuta ed equilibrata. Al 18esimo arriva il primo giallo del match . E’ per Ciano ed è pesante perché, diffidato,  salterà la sfida di Ascoli.

Sulla catena di sinistra gli ospiti cercano pertugi; ed il Pordenone ha l’occasione per pareggiare al 21esimo. Gavazzi di esterno pesca Strizzolo ma Bardi e’ strepitoso salvando i suoi.

Il Pordenone preme, è aggressivo,  e al 29esimo pareggia con Candellone abile a sfruttare la respinta di Bardi sul tiro di Gavazzi. In uno Stirpe già infreddolito scende il gelo. E’1-1, tutto da rifare per i ciociari. Intanto viene ammonito anche Luca Paganini.  Il Frosinone  non riesce a scuotersi. Il pallino del gioco lo hanno, nella fase finale del primo tempo, i ragazzi di Tesser mentre i ciociari sono un po’ troppo confusionari.

 A due dalla fine il Frosinone si riaffaccia dalle parti di Di Gregorio che sul tiro di Gori non ha grandi problemi.  Si va al riposo in parità.

Si riparte ed il Frosinone per poco non trova il gol ma ne Paganini ne Dionisi hanno il guizzo per metterla dentro.  Dopo sette minuti il tiro di Tabanelli dalla distanza non da’ problemi al portiere ospite. 

Ma la serata è difficilissima perché il Pordenone alla prima occasione passa. Il cross e’ di Gavazzi, il gol e’ di Pobega che anticipa Brighenti e di prima intenzione la mette all’angolino.1-2 per i ragazzi di Tesser al 9*.

 Nesta si affida a Rohden, gli fa posto Gori; e’ il 13esimo. Qualche minuto dopo Pezzuto fischia un rigore per un intervento di Gavazzi su  Brighenti. Si scaldano gli animi con polemiche a non finire degli ospiti. L’arbitro è irremovibile. Ciano si fa respingere il tiro da Di Gregorio ma è bravo sulla ribattuta:2-2 al 16esimo.

 L’atmosfera diventa elettrica.il Pordenone si rituffa in avanti e si rende di nuovo pericoloso. Bardi deve volare sul colpo di testa di Strizzolo. Gli ospiti cercano di riportarsi in vantaggio e aumentano i giri; intanto anche Dionisi, diffidato, prende un giallo pesantissimo.

 Minuto 28; dalla sinistra Beghetto effettua un cross per Rohden il cui colpo di testa esce sul fondo.

Altre grandi occasioni non ci sono anche se i canarini continuano a provarci. Il risultato non cambia. Termina 2-2. La vittoria manca dal 16 dicembre. Domenica ad Ascoli si andrà senza l’attacco titolare.

0